BIOGRAFIA DI ANDREA CAMILLERI

Nel 1997 con il libro Il cane di terracotta ha vinto l'XI edizione del Premio Letterario Chianti.[44]

Nel 2003 ha ricevuto il Premio Vittorio De Sica nella sezione Cultura;[45] il 20 gennaio dello stesso anno aveva già ottenuto il Premio letterario Racalmare Leonardo Sciascia per tutta la sua produzione letteraria.[46].
Nel 2007 riceve il 'Premio letterario "La Tore - isola d'Elba", poi assegnato a Vitali, Di mare, Cazzullo e Nava, tra gli altri.
Nel 2008 ha vinto il Premio Internacional de Novela Negra col romanzo giallo in lingua spagnola La muerte de Amalia Sacerdote[47].
Nel 2009 con il libro La danza del gabbiano ha vinto la XXVI edizione del Premio Letterario Cesare Pavese
Nel 2009 ha ricevuto l'Alabarda d'oro per la letteratura, Premio "Città di Trieste".
Nel 2010 ha ricevuto il Premio letterario Piero Chiara alla carriera.
Nel 2011 viene insignito del Premio Fondazione Il Campiello.
Nel 2014 ha ricevuto a Barcellona il IX Premio intitolato a Pepe Carvalho, il protagonista dei gialli dello scrittore spagnolo Manuel Vázquez Montalbán, dal cui cognome Camilleri ha tratto quello del suo commissario.[48]
Nel 2015 l'Associazione studentesca Letteraria Bocconi d'Inchiostro] |date=luglio 2018 |bot=InternetArchiveBot }} dell'Università commerciale Luigi Bocconi di Milano gli ha attribuito il "Dante d'oro" per l'opera omnia[49].
Nel 2017 gli è stato dedicato l'asteroide 204816 Andreacamilleri[50][51].
Nell'aprile del 2018 è stato proclamato Distinguished Professor (Professore Emerito Honoris Causa) all'Università di Roma Tor Vergata[52].


 
Condividi su Facebook