Dall’orrore alla solidarietà


Shoah,
il web reportage.

Esiste tuttora nella stazione centrale di Milano, un binario sotterraneo da cui partì il lungo treno merci per la deportazione di ebrei e prigionieri politici verso i lager.
un luogo di orrore diventato uno spazio per non dimenticare grazie alla costruzione del memoriale della shoah e poi,
negli ultimi anni, anche il posto della solidarietà che ha accolto i profughi.
In occasione, oggi, del giorno della memoria un web reportage di Antonio Ferrari e Alessia Rastelli, online su corriere.it/la lettura, racconta questo luogo, insieme con i responsabili del memoriale, della comunità di Sant’Egidio e con i migranti diventati a loro volta volontari.
Sul sito dell’inserto anche uno speciale sulla shoah in cui sono raccolte storie, testimonianze, e una ricca bibliografia di saggi e di libri per ragazzi ispirati dalla memoria dell’eccidio immenso e criminale dei seguaci paranoici di Hitler e dall’ ex compagno (era socialista) Benito Mussolini.
Vi sono, ovviamente, moltissimi italiani che non hanno vissuto ai tempi del fascismo, della guerra che Hitler ha voluto, ai milioni di morti torturati ed eliminati, in concorrenza con i morti di Stalin - Mao-Tze-Tung - Pol-Pot e altri numerosi criminali della storia umana.
l’animale più feroce purtroppo è l’Uomo, che uccide donne e bambini, per fortuna questi fatti sono un’eccezione rarissima confrontando i miliardi persone che amano il prossimo, o almeno la propria famiglia e gli amici. Ora, nel 2000 sembra che parecchi personaggi vogliano ritornare alla fede fascista del passato e ora fanno parte del governo italiano : amici di Casa Pound.

Entra nel sito www.memorialeshoah.it per ricevere istruzioni c’è il numero verde gratuito 800.900.860 tutti i giorni dalle 7 alle 22 dal lunedì alla domenica, escluse le festività nazionali . il numero verde è gratuito anche da cellulare.


 
Condividi su Facebook