CENTOMILA ANNI FA

Centomila anni fa almeno sei specie di umani abitavano la Terra.

Erano animali insignificanti, il cui impatto sul pianeta non era superiore a quello di gorilla, lucciole o meduse.

Oggi sulla Terra ce una sola specie di umani : Noi. L'Homo sapiens. E siamo i signori del pianeta. Il segreto del nostro successo è l'immaginazione. Siamo gli unici animali che possono parlare di cose che esistono solo nella nostra immaginazione: come divinità, nazioni, leggi e soldi. Non riuscirete mai a convincere uno scimpanzé a darvi una banana promettendogli che nel paradiso delle scimmie, dopo la morte, avrà tutte le banane che vorrà.
Solo l'Homo sapiens crede a queste storie. Le nostre fantasie collettive riguardo le nazioni, il denaro e la giustizia ci hanno consentito, unici tra tutti gli animali, di cooperare a miliardi.
È per questo che dominiamo il mondo, mentre gli scimpanzé sono chiusi negli zoo e nei laboratori di ricerca. "Da animali a dèi " spiega come ci siamo associati per creare città, regni e imperi.

Come siamo arrivati a credere negli dèi, nelle nazioni e nei diritti umani; come abbiamo costruito la fiducia nei soldi, nei libri e nelle leggi; come ci siamo ritrovati schiavi della burocrazia, del consumismo e della ricerca della felicità. Il titolo originale è Sapiens, in lingua inglese.
E’ difficile non riportare al presente questa storia che abbraccia molte decine di migliaia di anni, quella che noi chiamiamo Storia, pomposamente, è una brevissima storia è una vicenda brevissima, nel confronto della nascita della vita sul pianeta e dei suoi colonizzatori umani.

Da quando esistiamo, per molto tempo non siamo stati capace di scrivere o di leggere, non avevamo fissa dimora: l’agricoltura l’abbiamo inventata da pochissimo; la parte più lunga del nostro esistenza come specie è stata da nomadi, raccoglitori, cacciatori.

E poi ora giriamo sui Suv, buttiamo bottigliette di plastica in mare, eleggiamo Trump che chiama i petrolieri al governo.
E il nostro cervello ha ancora una sottile corteccia cerebrale da lucertoloni. Lucertoloni che sognano, recitano a teatro.

Siamo strane creature che si commuovono ascoltando una sinfonia di Mozart o al Requiem di VERDI
Siamo arrivati sulla Luna.


 
Condividi su Facebook