GRECIA Il Meltemi

Racconti di viaggi sul mare.

Una lunga navigazione fra amici amanti della vela è la cornice per narrare ogni giorno storie vissute.

Guido vorrei che tu e lapo ed io
fossimo presi per incantamento
e messi in un vasel, ch'ad ogni vento
per mare andasse al voler vostro e mio

Cito questi meravigliosi versi solo per farvi notare che noi vivremo realmente nella condizione che Dante ha sognato.
Navighiamo liberi e senza data di rientro. Il vento sarà forte dopo il canale di Corinto, il Meltemi, che alza ripide onde. Ci fermeremo all'ancora nei pressi delle isole - Itaca, Santorini, Creta, e cento altre- per fare un bagno nelle tiepide acque e "fare cambusa" cioè rifornirci di cibo, visitare l'isola e tornando a dormire in barca la notte. Domani approderemo nell'ultima isola: Corfù. Poi l'aereo dopodomani vi riporterà in Italia.
Il nostro viaggio finisce ma stasera, al lume delle stelle, vi racconterò:

"La metafora del pescatore."

In un atollo delle Maldive un turista italiano appena giunto per una vacanza di una settimana tutto incluso, nota un pescatore locale che esce la mattina con la sua barca a remi e dopo circa due ore ritorna con una cesta di pesce. Lo osserva incuriosito il primo giorno, il secondo giorno ed al terzo giorno decide di volerlo conoscere.
Come mai tutte le mattine stai fuori in mare solo due ore a pescare invece che tutta la mattinata?
Il pescatore risponde:E allora?.
Come e allora? Stando fuori tutta la mattina avresti modo di prendere molti più pesci e li potresti vendere ai ristoranti e agli abitanti delle altre isole.
Il pescatore risponde: E allora?.
Come e allora? Dopo qualche mese inizieresti ad avere una Clientela affezionata che con il passaparola ti porterebbe ulteriori Clienti e potresti così restare fuori in barca tutta la giornata per pescare ancora più pesci.
Il pescatore risponde: E allora?.
Come e allora? Dopo un anno avresti i soldi necessari per comprarti anche un motore per la barca per riuscire a pescare anche più lontano.
Il pescatore risponde: E allora?.
Come e allora? Dopo qualche anno potresti pagare delle persone del tuo villaggio per venire a darti una mano a pescare.
Il pescatore risponde: E allora ?
Come e allora? Tra una decina d i anni potresti avere più di una barca ed aver messo da parte molti soldi.
Il pescatore risponde: E allora?.
Come e allora? Una volta in pensione, con tutti quei soldi riuscirai a goderti la vita.
Il pescatore risponde: E io cosa sto facendo adesso?

Nota storica sul Meltemi o Melthemi.
E'' un vento del Mediterraneo. Chi ne capi' periodicita' e direzione traccio' nuove rotte, solco' mari, fece incontrare culture. Da una Sicilia di cui i popoli dell'Europa del nord hanno segnato profondamente la storia, parte un viaggio per incontrare la tradizione musicale dell'Irlanda, della Scozia, della Galizia. Con il concerto "Melthemi" i Nakaira, un gruppo profondamente radicato nel Mediterraneo, trasportano il pubblico attraverso le atmosfere della tradizione musicale celtica, utilizzando strumenti tipici di tale tradizione, come il bouzouki irlandese, i whistle, i bodhran, la cornamusa galiziana, rivivificando le influenze che che la cultura celtica del nord Europa ha lasciato nelle tradizioni del bacino del Mediterraneo.


 
Condividi su Facebook